ALETTI TARGET CEDOLA E ALETTI TARGET CEDOLA AUTOCALLABLE: CENTRA IL TUO OBIETTIVO

FACCIAMO UN ESEMPIO

Per comprendere meglio il funzionamento e il rimborso a scadenza di un Target Cedola Certificate, immaginiamo di aver acquistato per 100 Euro un Certificato sull’indice S&P500® con scadenza 3 anni e valore nominale 100 Euro, caratterizzato da:
– Protezione: 80%
– Giorni di Valutazione: a 1 anno dall’emissione, a 2 anni dall’emissione e a scadenza
– Cedola: 7%
– Soglia Cedola: 90%

Ipotizzando che all’emissione l’indice S&P500® valga 1.000 punti indice, il Livello di Protezione è pari a 800 punti indice (80% del valore iniziale) e il Livello di Soglia Cedola è pari a 900 punti indice (90% del valore iniziale).

Se dopo un anno e dopo due anni dall’emissione l’indice assume qualunque valore superiore a 900, il Certificato paga la Cedola.
Ad esempio, se il primo Giorno di Valutazione l’indice quota a 950 punti ottieni il pagamento di 7 Euro. In altre parole, incassi la cedola anche se l’indice ha perso valore dall’emissione, passando da 1.000 punti a 950 punti.

target04

A scadenza gli scenari possibili sono tre.
1. Se l’indice quota al di sopra del Livello di Soglia Cedola, il Certificato è rimborsato a:
Valore Nominale x (1 + Cedola)
In questo caso, ti viene restituito l’intero valore nominale dell’investimento maggiorato della Cedola..
Ad esempio, se il Giorno di Valutazione finale l’indice quota a 930 punti:
100 x (1 + 7%) = 107 Euro.
In altre parole, incassi la cedola anche se l’indice ha perso valore dall’emissione, passando da 1.000 punti a 930 punti.
2. Se l’indice quota tra 800 (il Livello di Protezione) e 900 (il Livello di Soglia Cedola), il Certificato è rimborsato ad un valore inferiore al suo valore nominale calcolato come segue:
Valore Nominale x [(Valore Finale/Valore Iniziale)]
In questo caso, ti viene restituito il valore nominale dell’investimento decurtato della perdita di valore dell’indice.
Ad esempio, se il Giorno di Valutazione finale l’indice quota a 850 punti indice:
100 x [(850/1.000)] = 85 Euro
In questo scenario, a fronte di un decremento dell’indice pari al 15%, realizzi una perdita del 15%.

3. Se l’indice quota al di sotto del Livello di Protezione, il Certificato è rimborsato a:
Valore Nominale x Protezione
In questo caso, il valore nominale dell’investimento è protetta nella misura indicata dalla Protezione.
Ad esempio, se il Giorno di Valutazione finale l’indice quota a 650 punti indice:
100 x 80% = 80 Euro
In questo caso, a fronte di un decremento dell’indice pari al 35%, realizzi una perdita più contenuta, pari al 20%.
20% è la perdita massima nella quale puoi incorrere.

Immaginiamo ora che lo stesso Certificato sia Autocallable e preveda una soglia di rimborso anticipato pari al 110% del valore iniziale, due giorni di valutazione intermedi che coincidono con quelli previsti per la cedola e importo di rimborso anticipato pari a 115%.
Se in uno dei giorni di valutazione intermedi l’indice assume un valore superiore a 1.100, il Certificato non paga la cedola ma scade e rimborsa 115 Euro per ogni Certificato.

target05

 

Giorni di Valutazione Importo liquidato all’investitore per un Certificato del valore nominale di 100 Euro
A 1 anno dall’emissione
(se si verifica l’evento cedola)
7 Euro
A 2 anni dall’emissione
(se si verifica l’evento cedola)
7 Euro
A scadenza
(con l’indice inferiore a 800)
80 Euro
A scadenza
(con l’indice compreso tra 800 e 900)
Tra 80 e 90 Euro
A scadenza
(con l’indice maggiore di 900)
107 Euro

Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 


Trova lo strumento
Banca Akros